Pordenonelegge

Dal 17 al 21 settembre Veit Heinichen sarà ospite del festival Pordenonelegge per l’edizione 2014 insieme a Roberta De Falco e il suo commissario Benussi per parlare di Trieste, dei suoi crimini, di Proteo Laurenti il commissario naturalizzato triestino che negli anni e attraverso le sue indagini di carta si è trovato a fronteggiare il malaffare che si nasconde dietro al candore delle bianche torri del Castello di Miramare e negli splendidi palazzi dell’ex Porto dell’Impero Austroungarico. Un luogo mitico in cui niente è come sembra e il posto migliore per nascondere le proprie malefatte è sotto gli occhi di tutti.

Appuntamento quindi a Pordenone il 20 settembre alle ore 17 con Roberta De Falco per l’incontro TRIESTE NOIR

TRIESTE NOIR

Incontro con Roberta De Falco e Veit Heinichen. Presenta Luca Crovi

Trieste è una città bellissima che da sempre incanta gli scrittori, una città dal fascino antico e mitteleuropeo che non può non essere raccontata. Ma è una terra che vive vicino a ogni tipo di confine, geografico, etnico e morale.Una città di traffici, di contrabbando, di rancori e vendette che affondano le radici nella storia recente, fatta di guerra e di incomprensioni. Due scrittori di noir, Veit Heinichen e Roberta De Falco, nei loro libri attingono a piene mani dentro la bellezza e la crudeltà di questa città.

Con Il suo peggior nemico Veit Heinichen ha scritto l’ottava avventura del Commissario Proteo Laurenti alle prese con l’ingombrante morte di un notabile triestino, il cui Cessna viene fatto esplodere poco dopo la sua partenza dal paese carsico di Prosecco. Ancora una volta si intrecceranno il passato e il presente in una ragnatela inestricabile che catturerà anche il commissario della vicina Grado, Xenia Ylenia Zannier, un’altra donna interessante uscita dalla penna dello scrittore tedesco, naturalizzato triestino.

Per maggiori informazioni consultate il sito Pordenonelegge.it

Credit photo: Archivio Fotografico pordenonelegge

Leave a Reply